Monday, 15 August 2016

Cruciverba Criptici



I finished this draft some time ago, and I tried to get some help with it a few times without much luck, so rather than just leave it languishing on my computer, here it is, warts and all.

Al momento, mi sto cimentando con la cultura britannica ovvero il cruciverba. È chiaro che anche gli italiani conoscono il cruciverba, ma nel Regno Unito ha avuto uno sviluppo particolare, che rimane principalmente un fenomeno britannico. Le soluzioni non derivano da una definizione sola (noi chiamiamo questo tipo di cruciverba "quick crosswords"), ma ogni clue ne ha due, una normale e una criptica, un gioco di parole insomma. Da noi questo sistema ebbe un gran successo, venne considerato la forma standard del cruciverba e divenne un passatempo nazionale.

Come funzionano

Prendiamo come esempio il clue seguente:

US port strangely in a state of inertia (6 lettere)

La definizione sembra una frase ma non lo è. I clue sembrano di aver sempre un senso che non ha niente a che fare con la soluzione, questo fa parte del gioco.
Qui di seguito, in sintesi, è ciò che ci dovrebbe essere in un clue criptico:

  • una definizione precisa
  • un indizio aggiuntivo ragionevole
  • niente in più

In pratica, non è sempre così, ma in linea di massima è bene saperlo. La definizione classica di regola si trova o all'inizio o alla fine. Per risolvere il , bisogna identificare gli elementi aiutandosi con i diversi indizi che ci sono.

In questo caso, l'indizio è la parola “strangely”, esempio di una delle tante espressioni che possono indicare la presenza di un anagramma. Ce ne sono tante, in effetti l’unico limite è la fantasia del cruciverbista. Altri esempi sono wild, unlikely, disordered. Visto quello, è facile vedere che ci sono 6 lettere in “US port” e solo leggermente più difficile vedere a quel punto che la soluzione è stupor: anagramma di ‘usport’ diventando una condizione di immobilità.

È chiaro che ci vuole uno sforzo in più rispetto al riempire un cruciverba usando una definizione standard, ma in un certo senso, può anche essere più facile. Mentre una definizione standard spesso può avere più soluzioni, per cui bisogna guardare lettere già inserite, un cryptic clue ti porta sempre alla soluzione in due modi: di solito quando è risolto, è ben chiaro. Poi, aiutano molto i clue già risolti in ogni caso.

Altri tipi d'indizio

L’anagramma è spesso visto come il classico indizio aggiuntivo, ma per ottenere un gioco più appagante vengono usati altri espedienti. Rubo qualche esempio da Wikipedia, ecc.

Sciarada

Esempio: Outlaw leader managing money (7)

Outlaw sembra un sostantivo che funge da aggettivo. Va letto invece come il verbo ban, e poi unito con un re come leader, king. Per cui la riposta è banking.

Contenitore

Esempio: Matured during attempt to produce Hamlet, for example (7)
(Guardian Quiptic crossword No 824)

In questo caso during indica la presenza di un contenitore, cioe' una parola che ne contiene un'altra. Se pensiamo a sinonimi di matured e attempt troviamo aged e try, unendoli otteniamo tragedy, di cui Amleto è un ottimo esempio.

Wikipedia dà altri esempi di parole utilizzate nello stesso modo: "inside", "over", "around", "about", "clutching", "enters", e simili.

Depennamento

Esempio: Challenging sweetheart heartlessly (6)

Una sweetheart è una darling. Se la valutiamo heartlessly, togliamo la L centrale per ottenere daring.

Questa non mi piace più di tanto: daring e challenging non le vedo proprio come sinonimi, ma va bene per un esempio. Comunque, per togliere l’inizio di una parola, potremmo vedere “beheaded”, “don’t start”, “topless”, e “after the first”. Per la fine invece, “endlessly”, “nearly”, "unfinished".

Definizione doppia

Queste non seguono le solite regole. Esempio:

Free newspaper (11)
(Guardian Quiptic crossword No 833)

Non si riferisce ad un giornale gratis, ma free viene inteso nel senso di libero ed indica anche un giornale: independent. In questi casi non c’è un indizio aggiuntivo, è più intuitivo.

Parole nascoste

Esempio: Language of Monsieur Dupont (4)
(Guardian Quiptic crossword No 833)

In Monsieur Dupont si trova la lingua urdu.

Lettere iniziali

Esempio: Be unsuccessful in fighting against insurgency leaders, initially (4)
(Guardian Quiptic crossword No 833)

Con initially è chiarissimo (fin troppo facile di solito, infatti): la soluzione si ottiene con le lettere iniziali di, in questo caso “fighting against insurgency leaders”, fail – to be unsuccessful.

Meno prevedibili sarebbero state "firstly" e "to start".

Lettere pari/dispari

Esempio: Diehards seen at every other Middle Eastern tourist spot (4,3)
(Guardian Quiptic crossword No 825)

Every other ci dice di guardare una lettera sì e una lettera no in “Diehards seen at”: la meta turistica del Medio Oriente è il dead sea. In inglese, “odd” e “even” possono indicare questo tipo di indizio, ma hanno anche significati diversi, quindi è abbastanza facile nasconderle. Si vede anche “regularly”.

Inversione

Esempio: Refrain from raising large amounts (4) - verticale
(Guardian Quiptic crossword No 833)

Questo clue ha senso solo perchè è verticale. Facciamo salire large amounts, “pots” (un sacco, tipo), scrivendola dal basso. Leggendo come si deve, dall’alto, abbiamo stop per ‘smettere’.

Altre parole indicatrici, secondo Wikipedia, sono: "returned", "receding", "in the mirror", "going the wrong way", "returns", "reverses" "to the left" o "left" (orizzontale), e "rising", "overturned" o "mounted" o "comes up" (verticali).

Definizione enigmatica

Esempio: One suffering from lack of balance (8)
(DT [Daily Telegraph, credo] 25852)

Non si riferisce all'aver perso l’equilibrio, ma all'avere grandi problemi di bilancio: è bankrupt.

Omofono

Esempio: We hear twins shave (4)
Credo che l’Inglese si presti meglio a questo tipo di indizio. In questo caso la soluzione e' pare sinonimo di shave,che in inglese significa limare ed e' omofono di pair che invece significa coppia. I gemelli sono una coppia, quindi quando sentiamo la parola twins sentiamo anche pair.

Spesso si ricorre alla figura del cockney per dire che la H non va pronunciata, visto che la caduta dell'H è tipica della loro parlata. Non so se sia possibile fare una cosa simile con i dialetti italiani.

Spoonerism

Spoonerism, da Revd W. A. Spooner, che aveva la fama di scambiare i suoni di due parole per formarne altre, con effetto comico.

Esempio: He will casually put down Spooner's angry bear (9)

Sono indizi rari, in cui il nome Spooner viene quasi sempre nominato, come sopra. Angry diventa bitter, e bear diventa lug (non ‘orso’, ma ‘trascinare’). Scambiando le consonanti diventa litterbug, uno che butta i rifiuti a terra.

&lett. / tutto compreso

Non è veramente un tipo di indizio, ma una certa forma di clue intera.

Esempio: Spoil vote! (4)

Spesso, non sempre, questo tipo di clue è segnalato con un punto esclamativo. Tutta la “frase” è sia definizione che indizio. Roviniamo (spoil) vote per ottenere veto, che sarebbe un modo per rovinare un voto.

Combinazioni e pezzetti

Di solito non c’è un solo indizio per clue, spesso si mescolano insieme.

Esempio: He doesn’t believe in organised life to accommodate daughter (7)

‘In’ + anagramma di ‘life’ che contiene la D come abbreviazione per ‘daughter’: infidel.

E' impossibile fare un elenco esaustivo di abbreviazioni. A parte le più ovvie, per esempio, potremmo trovare un ‘punto’ che sta per ‘punto cardinale’ North (N), East (E), South (S), West (W). O omofoni tipo ‘ci’ = C, o scherzi visivi, tipo ‘occhiali’ = OO. Man mano ci si abitua alla lingua consolidata dei cruciverba criptici.

C’è anche l' abitudine di prendere in prestito elementi da altre lingue: ‘the Italian’ (in realtà,da noi si usa di più ‘French’, come lingua più nota) potrebbe indicare ‘il’, ‘la’, ‘lo’, ecc. Viene usato anche il sistema di numerazione romano: di regola le cifre che vediamo andrebbero tradotte in C, V, I, ecc.

Equivocazione


Oltre il fatto che i clue di regola hanno la forma di una frase con un senso compiuto, che non è importante per la risoluzione, i cruciverbisti spesso cercano di creare ulteriore confusione per mascherare la soluzione. Di solito andrebbe anche ignorata la punteggiatura spesso fuorviante, a parte poche eccezioni, si può usare infatti per creare una frase più scorrevole che cammuffi un verbo da sostantivo.

Un altro esempio classico sarebbe la parola flower, che si legge subito come ‘fiore’, soprattutto se in una frase che apparentemente parla di giardinaggio o simile. Invece, spesso sta per ‘fiume’, visto che flow vuol dire anche ‘scorrere’, e flower così diventa ‘cosa che scorre’. O una di quelle parole che quasi sempre vuol dire “qui c’è un anagramma” e per aggiunta sta accanto al numero di lettere giusto, questa volta fa parte di un altro tipo di indizio.

Come dicevo prima, le parole che segnalano l’indizio aggiuntivo non sono limitate a quelle riportate. Certo ci sono quelle che ricorrono, e dopo un po’ risulta abbastanza chiaro, ma non sarà sempre così.

Dove iniziare

In generale i cryptic più facile si trovano nel Telegraph, quindi quest' anno ho cominciato da lì. I loro cruciverba online non sono gratis, ma registrandosi al sito si possono avere un certo numero di cruciverba gratis. Così quest’anno mi sono registrato e ho tentato di risolverli. In tanti casi, anche dopo aver visto che non andavo più avanti con uno - è normale, uno non sa come fare da subito; io finora non ho finito un singolo cruciverba da solo, però mi sono divertito lo stesso - e aver visto una soluzione, non capivo lo stesso com’è che era quella giusta, per cui ho chiesto una mano a mio babbo, che gioca invece da anni. In effetti, bisogna fare così, occorre farsi una cultura propria. Devo dire che nonostante quelli del Telegraph siano i cruciverba più facili, a volte non ero molto sodisfatto, perchè i clue non mi convincevano tanto. Ogni giornale ha uno stile proprio a cui uno si abitua dopo un po’.

Molti dei miei esempi vengono dalla Guardian Quiptic, una serie che dovrebbe servire come introduzione per principianti e per chi ha fretta. Credo che mi piaccia di più, anche se all’inizio mi sembrava più difficile, inoltre è anche gratis. Quindi per il momento vado avanti così. In più è una serie trattata a Fifteensquared, un sito che dà soluzioni ai cruciverba insieme con le spiegazioni, essenziali per un principiante come me.

Ho scritto questa guida in italiano perché mi sembra che questo tipo di cruciverba sia poco noto in Italia, e spero possa interessare a qualcuno. Ovviamente i cruciverba crittografati sono tutta un’altra cosa.
Mi pare di capire che il cruciverba più difficile del mondo di Ennio Peres potrebbe avere qualcosa – forse molto – in comune con i cryptic britannici, ma l’ho visto più volte considerato come una tortura che un gioco appagante. Tempo fa avevo scoperto che la Settimana Enigmistica ha proposto una volta dei cryptic che però non volevano essere un calco di quelli inglesi. Sembrava che piacessero, ma non so se li hanno riproposti dopo quel primo tentativo.
Reactions:

Wednesday, 22 June 2016

English hymn MP3s



I’ve decided to spend some of my birthday money on some MP3s of English hymns: aside from the fact that I don’t get to hear or sing them at mass since I’m here (though some hymn tunes we know do get used here), even if I did I’d have to deal with a widespread Catholic indifference to congregational singing, something I’ve always found odd.


Anyway, I slightly exceeded a budget of €12 to get the following; I think I did alright!


All People That on Earth Do Dwell (Psalm 100 trans. Kethe, Old 100th - Bourgeois


A bargain that one, considering it’s VW’s one and the sample sounded fine to me.


And can it be (Wesley, Sagina)

Love divine, all loves excelling (Wesley, Blaenwern - Rowlands)
Crown him with many crowns (Bridges & Thring insp. Rev 19:12, Diademata - Elvey)
Guide me, O thou great Jehovah (Williams, Cwm Rhondda - Hughes)
Hallelujah! Sing to Jesus (Dix, Hyfrydol - Prichard)
Be thou my vision (trad. trans. Hull, Slane: a(n Irish folk) tune we use for Night Prayer with Noemi)

Well represented because Huddersfield also do good value for money.

Praise to the Lord (Neander trans. Winkworth, Lobe den Herren: another one for Night Prayer, with an Italian version)
When I Survey the Wondrous Cross (Watts, Rockingham arr. Miller)
Let all mortal flesh keep silence (from Liturgy of St James insp. Hab 2:20 trans. Moultrie, Picardy - from a French carol arr. Vaughan Williams (– with any luck))

Can’t complain about King's, can you?

• God of Mercy and Compassion (Vaughan, Pergolesi)

Some proper miserable-looking words, by an English Redemptorist priest apparently, but I have a soft spot for this one after singing it in Lent at Sacred Heart.

Backing it up are:
• Now the Green Blade Riseth
• The Day Thou Gavest, Lord, is Ended
• Holy Jesu, by thy Passion (another Sacred Heart Lent one, part of Stainer’s ‘The Crucifixion’, which Stainer called “rubbish”)
• Just as I Am, Without One Plea
• Rock of Ages, Cleft for Me
…which I happen to have on CD already. I don’t really know the last two very well actually, called “well-known” and “popular” respectively by Wikipedia, but since they’re there...


Reactions:

Wednesday, 11 May 2016

Psalm Tones for Night Prayer: Psalm 85(86) - Tone II



Blessed be the God and Father of our Lord Jesus Christ, the Father of mercies and God of all comfort, who comforts us in all our affliction, so that we may be able to comfort those who are in any affliction. - 2 Cor 1:3–4 
Apparently it was about 4 years ago that we were “getting there”, with the penultimate psalm tone that the Lutheran Liturgical Prayer Brotherhood deemed appropriate for the psalms and canticles of night prayer. Ho ho. I didn’t stop singing night prayer with Noemi, but having committed two psalms to memory, one slipped out of it, and I struggled to get the third in, so I needed a rethink.

I investigated strategies for commiting verbatim texts to memory, and found one or two things. I’ve used the idea and tool here extensively. In this case, rather than use them to actually memorise all the psalms I need, I just use it as a concise reminder for the psalms and scripure readings: that way I can fit what I struggle to remember for night prayer on two sides of A4 and turn the light off after the scripture reading – Jurassic Park.

So here’s the table again, and now I’m doing the last tone.

Day

Tone

Tone for 2nd Psalm

Nunc Dimittis
Sunday 1

VIII

VIII

III At last, all-powerful Master...
Sunday 2

VIII He who dwells in the shelter of the Most High...



III
Monday

II Turn your ear, O Lord, and give answer...



III
Tuesday

VIII



III
Wednesday

I

VIII

III
Thursday

I Preserve me, God, I take refuge in you.



III
Friday

V Lord my God, I call for help by day;



III


So that’s tone II, another one that only comes in one version. Now, it’s been a while: you could look back at the first post in the series for a complete explanation, or perhaps the last tone I posted for a very superficial reminder.

Marking some of the words up for the final stresses that we need:
Turn your ear, O Lord, and give ánswer*
for I am poor and néedy.
Preserve my life, for I am fáithful:*
save the servant who trusts in yóu.

You are my God; have mercy on me, Lórd,*
for I cry to you all day lóng.
Give joy to your servant, O Lórd,*
for to you I lift up my sóul.

O give your strength to your sérvant*
and save your handmaid's són.
Show me a sign of your fávour†
that my foes may see to their sháme*
that you console me and give me your hélp.
My example MP3, and all the MP3s, is here, and this is a one-page PDF summary of all the tones.

And … that's it. I had talked about doing the others tones to make up all eight, but at this point I think not!
Reactions:

Saturday, 9 January 2016

Anglican Chant: Psalm 103


Single Anglican chant in D by J. Jones, Public Domain - midi
From 'Psalter & Canticles with Appropriate Chants', ed. J. Turle 1865
A:
Sacred Heart
VII
XXIV
B:
VIII
VII Easter*
C:
III Lent
VII

L’amore del Sig | nore | è per | sempre.
Il Signore è | buono e | grande nell'a | more.
Il Signore è buono e grande nell'amore.

Il Signore è buono e grande nell'amore.
Benedetto il Sig | nore nell' | alto dei | cieli.

Il Signore ha piet | à del | suo | popolo.
Il Signore è buono e grande nell'amore.

1-2, 3-4, 6-7, 8+10
1-2, 3-4, 8+10, 12-13
1-2, 3-4, 9-10, 11-12

1-2, 3-4, 8+10, 12-13
1-2, 11-12, 19-20

1-2, 3-4, 6-7, 8+11
1-2, 3-4, 8+10, 12-13

Single Anglican chant in D by J. Alcock, Public Domain - midi
From 'Psalter & Canticles with Appropriate Chants' for Psalm 103, ed. J. Turle 1865

1. Benedici il Signore, | anima | mia, : quanto è in me bene | dica il suo | santo | nome.
2. Benedici il Signore, | anima | mia, : non dimenticare | tutti i suoi | bene | fici.

3. Egli perdona tutte le | tue | colpe, : guarisce tutte le | tue in | fermi | tà,
4. salva dalla fossa la | tua | vita, : ti circonda di bon | tà e | miseri | cordia,

6. Il Signore compie | cose | giuste, : difende i di | ritti di | tutti gli op | pressi.
7. Ha fatto conoscere a Mosè le | sue | vie, : le sue opere ai | figli | d'Isra | ele.

8. Misericordioso e pie | toso è il Sig | nore, : lento all' | ira e | grande nell'a | more.
9. Non è in | lite per | sempre, : non rimane adi | rato | in e | terno.
10. Non ci tratta secondo i | nostri pec | cati : e non ci ripaga se | condo le | nostre | colpe.
11. Perché quanto il cielo è alto | sulla | terra, : così la sua misericordia è po | tente su | quelli che lo | temono.
12. Quanto dista l'oriente dall' | occi | dente, : così egli allontana da | noi le | nostre | colpe.
13. Come è tenero un padre | verso i | figli, : così il Signore è tenero | verso | quelli che lo | temono.

19. Il Signore ha posto il suo | trono nei | cieli : e il suo regno | domina | l'uni | verso.
20. Benedite il Signore, | angeli | suoi, : potenti esecu | tori dei | suoi co | mandi.


*When not replaced by Ascension.



Now, you may be wondering what all of this is supposed to mean. It's like this: I was thinking back to my time at Sacred Heart in Exeter, and how we used to sing the Psalm in four-part harmony every week - it was great. The organist, Tegywn, had effectively put together an entire church Psalter. That's quite a feat, but he wasn't mental: he did it using Anglican chant, which is designed to simplify this sort of thing. And since they're old, you can find some helpful free resources on line. I found the ones I'm using in this Catholic music forum. The tricky thing, Teg said, was finding pieces in the right key to match the responses.
The [gradual or responsorial psalm] after the lessons [...] has a special importance among the songs of the Proper. By its very nature, it forms part of the Liturgy, of the Word. - Musicam Sacram, Vatican II
I decided to look at the Lectionary to work out how much effort you'd need to put in to get going with such a thing. With the help of this site, I've found that if you concentrate on the eleven most frequently used Psalms for Sundays and major feasts, you end up covering something like 25% of them (it would be a bit more in a parish which used all the Psalms for the Easter Vigil). So I thought I'd make a start.

There's more than one school of thought on how to do Anglican chant unfortunately, but basing myself on the simplified explanation currently on Wikipedia, the following is mine.

The note durations aren't what they might seem: the rhythm is instead based on speech. In particular, the semibreves at the start and after the double bar line are reciting notes i.e. the words are chanted rhythmically according to the natural cadence. When you get to a | symbol, you chant the following words to the notes in the next bar. If there are two or more notes, the first note is used up until the last syllable (unless indicated otherwise). The : symbol in the text corresponds to the double bar line. I've underlined the parts where the last notes are to be sung to more than one syllable. In practice, it's easier to follow a natural rhythm on the reciting notes, but an effort should be made to maintain the principle for the varied notes that follow.

This is easier than it may appear. Rough example: soprano part, v. 10-11. The midi files I made (links in image captions) give an idea of idea of how it sounds overall, but are pretty useless and misleading in terms of timing.

The pointing of the Italian is mine, based for the most part on the stresses in the text. Since I'm English, it may be necessary to improve it, but I think it's ok for a start. The chant for the strophes is simply one of the ones suggested by Turle in 'The Psalter and Canticles with Appropriate Chants', but, as Teg before me, I had to work a little harder for the response, not much though: it's the first other single chant in D found in the index at the start. I've put the whole thing - since one of the good things about Anglican chants is that it should be possible, theoretically to use them with any Psalm you like - but I've only pointed the responses for use with the second half, after the double bar line. This seems sort of okayish to me. Since I'm not a musician, it'll have to do. With just the soprano line it seems fine to me; in fact I think we always sang the soprano part in unison for the response at Sacred Heart - perhaps this is why.

Just in case the information at the top isn't clear, I'll spell it out here: the first column is the specific Mass, grouped by liturgical year, then there's the text of the response (pointed at least the first time) and then the Psalm verses used.
Reactions: